Esporta

Parent Previous Next

 Esporta


Strumento di esportazione delle immagini PNG, BMP, GIF, PNM, JPEG, TGA, TIFF in 33 differenti formati e conversione in PNG, JPEG o TIFF da 61 differenti formati di immagini.







Panoramica dell'interfaccia utente:



A.  Pannello di Controllo dell'elaborazione

B.  Lista di lavoro

C.  Area di Anteprima


Strumenti:


1.   Opzioni Esportazione





A.  Pannello di Controllo dell'elaborazione


Il Pannello di Controllo dell'elaborazione posizionato nella parte superiore della finestra strumenti contiene un insieme di controlli che consentono di scegliere le opzioni generali di esportazione delle immagini presenti nella lista di lavoro (cartella di destinazione, backup immagini originali, limite massimo dei Pixel da esportare, ecc.) e di avviare l'elaborazione dell'immagine selezionata, delle immagini contrassegnate o di tutte le immagini presenti nella lista di lavoro. L'assegnazione dei nomi ai nuovi file creati durante l'elaborazione è automatica e utilizza il nome originale di ogni immagine. Altresì, attraverso il pulsante "Nuovo", è possibile elaborare l'immagine selezionata nella lista di lavoro e assegnare manualmente al nuovo file creato un nome ed un percorso di destinazione.





 Pulsante menu principale


Questo pulsante visualizza il seguente menu:


   


In dettaglio il menu:



Cliccare qui per una descrizione dettagliata del menu






Scelta della cartella di destinazione per le immagini elaborate:



Cliccare qui per una descrizione dettagliata delle opzioni disponibili






Abilitare questa casella di controllo inserendo il segno di spunta per attivare il backup automatico delle immagini originali (impostazione predefinita di Png ToolKit). L'applicazione creerà una copia esatta di ogni immagine originale elaborata, registrandola nella stessa cartella di origine con lo stesso nome, ma con l'aggiunta sia di un suffisso con la data e l'ora di realizzazione del backup sia dell'estensione _bak.

Per abilitare il backup posizionare il cursore del mouse sulla casella di controllo e cliccare il tasto sinistro; ripetere l'operazione per rimuovere il segno di spunta e disattivare il backup automatico.



     Nota Bene

Durante il periodo di apprendimento dell'applicazione è buona norma lasciare attiva questa opzione per evitare il più possibile la perdita accidentale di dati. Tuttavia è da ricordare che le ripetute creazioni delle copie di backup a seguito di numerose elaborazioni produrranno un incremento dello spazio occupato sul disco fisso dalle proprie immagini. Dovrà essere cura dell'utente rimuovere, se necessario e con cautela, i file di backup non più necessari e liberare di conseguenza spazio sul disco fisso.







Questo pulsante apre la finestra delle Conversioni Speciali di PNG ToolKit con la quale è possibile importare 61 differenti formati di immagini e convertirli in PNG, JPEG o TIFF. Successivamente le immagini convertite potranno essere elaborate con tutti gli altri strumenti disponibili nell'applicazione.





È possibile accedere allo strumento Conversioni Speciali anche dalla finestra principale dell'applicazione; per farlo è necessario cliccare su questo pulsante presente nel Pannello Strumenti e successivamente scegliere la voce "Conversioni Speciali" nel menu a discesa visualizzato.


Cliccare su questo collegamento per scoprire i dettagli su tutti gli strumenti disponibili nella finestra delle Conversioni Speciali.






Contrassegnare la casella di controllo "Pixel totali" con il segno di spunta per limitare la quantità totale di pixel delle immagini esportate. È necessario specificare nella casella di inserimento un valore compreso tra 100 e 32.000.000 (32 milioni) di pixel.


La seguente tabella di riferimento mostra alcuni esempi di dimensioni immagine e il totale di pixel calcolato moltiplicando la larghezza per l'altezza:



Dimensioni in pixel (larghezza x altezza)

Totale Pixel

640 x 480

307.200

800 x 600

480.000

1024 x 768

786.432

1280 x 720

921.600

1440 x 900

1.296.000

1280 x 1024

1.310.720

1600 x 900

1.440.000

1600 x 1200

1.920.000

1920 x 1080

2.073.600

1920 x 1200

2.304.000

2560 x 1440

3.686.400

2560 x 2048

5.242.880

3264 x 2448

7.990.272

4928 x 3264

16.084.992


Il programma cercherà di esportare le immagini impostando in automatico una risoluzione il più vicino possibile al valore totale di pixel specificato, mantenendo in ogni caso il rapporto d'aspetto originario.



     Nota Bene

L'opzione attualmente non è disponibile per i seguenti formati di esportazione che saranno sempre esportati mantenendo la risoluzione originale:

PNG,  PNG URI,  BMP,  ICO,  GIF,  JPEG2000,  JPEG URI





Cliccare su questo pulsante per visualizzare il menu a discesa con l'elenco dei valori predefiniti di megapixel.






  Pulsanti di avvio elaborazione



Questo pulsante avvia l'elaborazione dell'immagine correntemente selezionata nella lista di lavoro e consente di scegliere ogni volta la cartella di destinazione e il nome da assegnare al nuovo file generato; le opzioni relative alla cartella di destinazione presenti nella finestra saranno ignorate.


Il seguente gruppo di 3 pulsanti genera le nuove immagini elaborate mantenendo i nomi dei file delle immagini originali; la cartella di destinazione potrà essere la stessa cartella d'origine (se la relativa casella di controllo è contrassegnata con il segno di spunta) oppure una cartella differente scelta con il pulsante descritto precedentemente in questa pagina.



  Avvia l'elaborazione solo dell'immagine correntemente selezionata nella lista di lavoro



  Avvia l'elaborazione solo delle immagini contrassegnate



  Avvia l'elaborazione di tutte le immagini






B.  Lista di lavoro


È l'elenco delle immagini inviate alla finestra strumenti per essere processate.

In questa finestra le immagini sono elencate mostrando il percorso assoluto di ogni file (cliccare qui per dettagli su nomi di file, estensioni, percorso assoluto).




È possibile usare questi due pulsanti per selezionare nella lista di lavoro l'immagine precedente o l'immagine seguente.



Le liste di lavoro delle finestre strumenti presentano alcuni elementi in comune: per una panoramica dettagliata cliccare qui.





C.  Area di anteprima


In quest'area è possibile visualizzare l'anteprima dell'immagine selezionata nella lista di lavoro.






Panoramica sugli strumenti di questa finestra




1.   Opzioni Esportazione


I formati di esportazione più comunemente usati e diffusi possono essere abilitati attraverso 10 pulsanti ad interruttore:


PNG,  PNG URI,  JPEG,  PDF,  TIFF,  GIF,  JPEG2000,  JPG URI,  BMP,  ICO


È possibile abilitare più formati contemporaneamente. I pulsanti abilitati sono evidenziati con il colore arancione e il bordo sfumato azzurro.


Altri 23 formati di esportazione possono essere abilitati inserendo il segno di spunta nella casella di controllo di uno o più formati presenti nella lista "Altri formati":





Il pulsante posizionato in alto a destra consente di rimuovere i contrassegni dalla lista disabilitando tutti i formati elencati, mentre il numero alla sua sinistra indica il totale di formati contrassegnati.







  Portable Network Graphics


L'unico parametro previsto per il formato PNG è la profondità colore. Il segno meno ( - ) nei controlli lista a cascata consente di mantenere la profondità colore originale di ogni immagine elaborata. L'applicazione può esportare le immagini anche in formato PNG con Dati URI.


Dati URI:

Lo schema dei dati URI (Uniform Resource Identifier) consente di includere dati, come immagini o altre risorse, direttamente nelle pagine web come se fossero file esterni. Dal 2015 i dati URI sono supportati dalla maggior parte dei Browser.

Cliccare qui per maggiori dettagli su questo argomento





  Joint Photographic Experts Group


Il formato di esportazione Jpeg consente di comprimere le immagini per occupare meno spazio sul disco fisso. La qualità finale varia in funzione del livello di compressione impostato.

Con il cursore scorrevole è possibile scegliere tra 100 differenti livelli di compressione:





Abilitare la casella di controllo ed inserire un valore numerico nel campo di inserimento per determinare la dimensione massima del file Jpeg espressa in KB (Kilobyte) o MB (Megabyte) che non dovrà essere superata.

L'applicazione imposterà in automatico il livello di compressione necessario per non superare la dimensione finale del file digitata dall'utente, cercando al contempo di mantenere la massima qualità possibile.




Questo pulsante può aiutare nella scelta del giusto valore di compressione quando si esporta in formato Jpeg; esso visualizza un confronto dei 100 livelli di compressione utilizzando come esempio l'immagine selezionata nella lista di lavoro.



È possibile scorrere le immagini con i diversi gradi di compressione attraverso i pulsanti del Pannello di Controllo posizionato nella parte inferiore della finestra. Nella barra del titolo della finestra sono mostrate alcune informazioni sul file tra cui anche lo spazio realmente occupato sul disco fisso.


     Nota Bene

Riducendo la qualità Jpeg si riduce conseguentemente anche lo spazio occupato sul disco fisso dal file esportato.



Cliccare su questo pulsante presente nel Pannello di Controllo della finestra di anteprima per visualizzare o nascondere la lista delle 100 immagini generate.



Rimuovere il segno di spunta da questa casella di controllo per visualizzare le immagini alla loro reale risoluzione in pixel (scala 1:1), senza che siano adattate in automatico alle dimensioni della finestra; in questo modo si potrà visualizzare e valutare con precisione la qualità offerta da ogni livello di compressione selezionato.





  Portable Document Format


È possibile esportare ogni immagine della lista di lavoro in singoli file PDF; per realizzare invece un unico documento multipagina contrassegnare la casella di controllo Multipagina e digitare successivamente nel campo di inserimento il nome da assegnare al file; in questo caso ogni immagine sarà inserita in una singola pagina del documento mantenendo lo stesso ordine della lista di lavoro. Ogni pagina del documento avrà le stesse dimensioni in pixel dell'immagine inserita. Il documento multipagina sarà memorizzato nella cartella di destinazione specificata nel Pannello di Controllo della finestra.





Le dimensioni di stampa predefinite della pagina del documento PDF prevedono 3 opzioni: la prima manterrà le impostazioni dell'immagine originale, mentre le altre due consentono di impostare rispettivamente le dimensioni in millimetri oppure in PPI (Pixel-Per-Pollici).



     Nota Bene

Questi parametri si riferiscono esclusivamente alle dimensioni di stampa predefinite del documento PDF e non modificano la risoluzione originale dell'immagine.



A parità di risoluzione, all'aumentare delle dimensioni di stampa in millimetri corrisponderà una riduzione della densità di pixel (PPI), viceversa, aumentando i PPI si ridurranno le dimensioni in millimetri.


Si ricorda che ad esempio, impostando la pagina a 72 PPI, significa che in un pollice quadrato, cioè in un quadrato di 25,4 mm di lato, sarà stampata una griglia di 72x72 pixel dell'immagine, mentre impostando 300 PPI, significa che nello stesso pollice quadrato saranno stampati invece 300 pixel dell'immagine, offrendo una qualità di stampa superiore.

Cliccare qui per ulteriori dettagli sui PPI





La compressione del documento PDF offre 3 opzioni:


Abilitare questa opzione per mantenere le impostazioni di compressione originali dell'immagine.


Questa opzione consente di impostare, tramite il cursore scorrevole, 100 differenti livelli di compressione Jpeg, dove il valore 100 garantisce la massima qualità possibile ma una minore riduzione dello spazio in byte occupato dal file.


Questa opzione applica una compressione dei dati di tipo Zip, comunemente detta lossless, cioè senza perdita di qualità, qualsiasi sia il livello impostato con il cursore scorrevole; in questo caso il valore 100 offre la massima compressione possibile, ma un tempo di elaborazione maggiore, mentre con valori inferiori la compressione sarà minore e aumenterà la velocità di elaborazione.



     Nota Bene

Poiché la compressione Zip non agisce sulla qualità dell'immagine, un documento PDF multipagina generato con numerose immagini ad alta risoluzione potrebbe occupare molto spazio sul disco fisso.






  Taggeg Image File Format


Il Tiff è un formato di file particolarmente adatto alla fotografia digitale. Attualmente in PNG ToolKit non è previsto alcun parametro di compressione, anche se il formato può immagazzinare immagini con compressioni Jpeg o Lzw. Essendo un formato lossless quindi, cioè senza la perdita di dati provocata dalla compressione Jpeg, permette l'editing e il salvataggio ripetuto delle immagini senza alcuna perdita di qualità.




Abilitare la casella di controllo Multipagina per immagazzinare in un unico file più immagini contemporaneamente. Successivamente digitare il nome da assegnare al file, il quale sarà memorizzato nella cartella di destinazione specificata nel Pannello di Controllo della finestra. Non è necessario specificare l'estensione che sarà aggiunta in automatico dall'applicazione.





  CompuServe Graphics Interchange Format


Formato che supporta fino a 8 bits per pixel, cioè una profondità colore che consente di scegliere fino a 256 differenti colori. Non è adatto per riprodurre immagini fotografiche o in genere immagini con sfumature di colore, ma può supportare le animazioni.

In questa finestra di esportazione è possibile utilizzare questo formato per creare esclusivamente file animati.



È necessario specificare nel campo di inserimento il nome da assegnare al file animato senza inserire l'estensione (aggiunta in automatico dall'applicazione):



Il file sarà memorizzato nella cartella di destinazione specificata nel Pannello di Controllo della finestra.





Cliccare sul pulsante per scegliere il colore di sfondo dell'animazione. Necessario nel caso in cui si utilizzino come fotogrammi dell'animazione, ad esempio, immagini PNG con trasparenza.

L'anteprima del colore selezionato sarà visualizzata nel riquadro a destra del pulsante.




 Ripetizioni animazione


Scegliere nella lista a cascata il valore delle ripetizioni dell'animazione. Il valore 0 (zero) permette di ripetere l'animazione continuativamente ogni volta che viene raggiunto l'ultimo fotogramma.

Se si sceglie un valore diverso da 0, al raggiungimento delle ripetizioni totali l'animazione si interrompe mostrando sempre l'ultimo fotogramma.




 Durata dei fotogrammi


Con questi parametri è possibile impostare la durata della pausa tra un fotogramma e l'altro (ogni fotogramma è costituito da ogni singola immagine della lista di lavoro aggiunta all'animazione Gif).

La lista a cascata imposta i secondi mentre attraverso il cursore scorrevole è possibile impostare i centesimi di secondo.




 Dimensioni in pixel dei fotogrammi


Attraverso questa lista a cascata è possibile mantenere la dimensione originale in pixel delle immagini oppure impostare una dimensione diversa scegliendo i valori nel menu visualizzato:




Se si sceglie di impostare la dimensione dell'animazione Gif, ogni fotogramma sarà ridimensionato  in automatico mantenendo comunque il rapporto d'aspetto originale.






I formati Jpeg2000 e Jpeg con Dati URI prevedono come unico parametro la scelta del livello di compressione. Il valore 10 indica la compressione minima e la massima qualità delle immagini.





  Microsoft Windows Bitmap


Questo formato di esportazione non prevede opzioni.





  Microsoft Icon


È possibile creare un'icona che contiene una singola immagine con la risoluzione originale oppure un'icona che contiene molteplici versioni della stessa immagine con le seguenti risoluzioni in pixel: 256x256, 192x192, 128x128, 96x96, 64x64, 48x48, 40x40, 32x32, 24x24, 16x16.

Se si abilita questo formato l'applicazione chiederà ad ogni elaborazione quale tipo di icona si desidera creare.


     Nota Bene

Si raccomanda di utilizzare immagini con dimensione di 256x256 pixel






Al termine della scelta delle opzioni di esportazione cliccare su uno dei 4 pulsanti disponibili nel Pannello di Controllo per avviare l'elaborazione come specificato nel punto A di questa pagina. cliccare qui per tornare al punto A